Casa di Cura Cascini, la storia

081

Casa di Cura Cascini, la storia

Nel dopoguerra la costa della Calabria settentrionale era completamente sguarnita di strutture sanitarie e il medico condotto di Belvedere, nonno dell’attuale proprietario della Casa Di Cura Cascini, era spesso chiamato ad affrontare piccoli interventi, assistenze a parti distocici, soccorso a traumatizzati.  Fu così che le stanze del suo  studio medico  in pieno centro storico, vennero trasformate in “ospedale da campo”, dove venivano anche ospitati i casi più gravi.  Dal 1950 cominciò ad acquistare piccoli appartamenti limitrofi  che con acrobazie architettoniche furono annessi al nucleo iniziale.

La struttura aumentò progressivamente i posti letto e ottenne la convenzione dagli enti assistenziali di allora. Così  negli anni 80 la struttura aveva 100 posti letto: 50 camere con servizi privati; sale operatorie, sale parto, laboratori per la diagnostica, farmacia, cucina e lavanderia interne. Ha dato lavoro a oltre 120 dipendenti,  ha creato un grosso indotto commerciale nel centro storico che nel frattempo era stato abbandonato dalla  Pretura, dall’ Ufficio del Registro dalla Stazione dei Carabinieri, dall’ Istituto Bancario, ridandogli vita.

L’ odierna struttura è diretta dal Dott. Vincenzo Cascini  che ha favorito la continua evoluzione tecnologica con apparecchiatura sofisticata e personale sempre più qualificato.